giovedì 17 dicembre 2015

Selma nel Calendario delle Studentesse 2016: "Sono musulmana, non sono terrorista"

“Io sono musulmana, non sono terrorista”. È il sorriso ironico di Selma Bellakhdar ad aprire il Calendario delle Studentesse 2016 dedicato quest'anno al tema dell'integrazione. 
Di religione musulmana, nata a Casablanca, Selma si è trasferita a Parigi all’età di 18 anni per studiare marketing. Oggi ne ha 27 e vive a Napoli con il marito italiano con il quale ha avuto una figlia.


Selma, immortalata in abiti occidentali, vuole essere la risposta dei veri musulmani al fondamentalismo islamico sfociato nel terrorismo. La ragazza ha deciso quindi di prestare il suo volto e la sua storia a difesa dei veri valori dell’Islam. “La mia religione – spiega Selma – è fonte di tolleranza, di umanità, dialogo ed apertura al prossimo. Ma purtroppo è divenuta ostaggio di estremisti e ignoranti”.  
Il suo scatto è presente nel mese di gennaio nella decima edizione del Calendario delle Studentesse dal titolo “Mi casa es tu casa”. Un progetto che mira a sensibilizzare i propri interlocutori attraverso dodici immagini fotografiche in cui arte e moda trasmettono un messaggio positivo di natura politica, sociale e culturale.  
Dopo il successo dell’edizione intitolata “Onerace” famosa per lo scatto “Unfaithful Kiss” - che ritraeva una studentessa israeliana e una palestinese abbandonate in un dolce e proibito bacio saffico. Foto che ha fatto il giro del mondo diventando un simbolo di pace - quest’anno il Calendario torna su un tema d'attualità. Diciotto studentesse e dodici fotografi hanno interpretato il delicato e attuale tema dell’immigrazione.  
Il progetto, ideato nel 2007 dalla agenzia pubblicitaria Arakne Communication, è stato presentato mercoledì 16 dicembre a Roma.

Post più popolari

Google+ Followers