sabato 18 giugno 2016

"Non vedo, però ti sento". L'incredibile storia di Miguel, tifoso cieco

In un Europeo caratterizzato dalle violenze hooligan sboccia una storia che sta emozionando il web in tutto il mondo. Il protagonista è Miguel Machado, un tifoso diciannovenne che ha seguito la Roja in Francia. La particolarità è che Miguel è cieco dalla nascita.




Il ragazzo era sugli spalti a Nizza per la sfida contro la Turchia con una scritta sul petto che è anche un urlo di incitamento. "No veo, pero te siento". "Non vedo, però ti sento".
Il ragazzo, originario di Granada, è accompagnato agli Europei dal fratello Pepe. Ha parlato di lui anche il selezionatore Vicente Del Bosque che lo ha ringraziato per "accompagnare la Spagna nel suo cammino". Miguel ha spiegato il perché di quella che sembra una follia ai giornalisti: "Mi piace lo stadio, canto e salto. E' vero, non vedo la partita ma è come se la sentissi". Grazie MIguel.

Post più popolari

Google+ Followers