venerdì 10 giugno 2016

Vive per 550 giorni senza cuore: "Giocavo anche a basket: ecco come ho fatto"

Per 550 giorni senza cuore, Stan Larkin riesce a sopravvivere e a condurre una vita normale, facendo anche sport. Il giovane 25enne del Michigan è riuscito ad andare avanti grazie al cuore di un maiale.
Ogni giorno indossava, letteralmente, il suo cuore artificiale che gli consentiva però di svolgere una vita come tutti gli altri. 



Affetto da una grave cardiomiopatia, da anni era in lista d'attesa per un trapianto, ma purtroppo il suo cuore è collassato prima che si potesse trovare un donatore e l'impianto dell'organo dell'animale è stata l'unica soluzione possibile. Il sistema che permetteva al cuore di pompare era dentro uno zaino, che il ragazzo portava sempre con sé stando attento a non urtarlo o lesionarlo, ma a parte queste attenzioni, la sua vita non è mai cambiata.   
Lo scorso 9 maggio Stan ha finalmente avuto il suo cuore, riporta il Mirror, e la schiavitù da quella macchina che lo teneva in vita è finita. «Io cuore del maiale mi ha salvato», confessa Stan, «grazie a questa alternativa che hanno trovato i medici ho potuto fare una vita normale, senza restrizioni e la paura di morire. Giocavo persino a basket», conclude sorridendo. 

Post più popolari