venerdì 24 marzo 2017

L'Ifo, il drone che fa volare le persone: ha due posti e va a 200 all'ora


Un disco volante, ma non per gli extaterrestri. Quello ideato dal viterbese Pierpaolo Lazzarini infatti è per l'uomo. Un Ufo – anzi, un Ifo: identified flying object – a due posti, con la stessa tecnologia di base di un drone di ultima generazione, al quale somiglia moltissimo. Ultraleggero, in carbonio, ha un'autonomia di massimo un'ora e mezza e sfiora i 200 chilometri orari.
La Lazzarini design non è nuova a idee avveniristiche: ha progettato e realizzato la jet capsule, piccola imbarcazione dalle forme futuristiche, e una vera e propria casa galleggiante mobile, su cui nei mesi scorsi ha avviato un crowfunding.  
Adesso arriva l'Ifo. «Si tratta di un disco volante di 4,75 metri – dice Lazzarini – con otto motori elettrici. Non cambia molto rispetto alla tecnologia che sta alla base di un drone, ma viene pilotato dall'interno e può avere la stessa elevazione di un elicottero». 
La capsula centrale è di circa 2 metri e in caso di emergenza si può staccare: un paracadute posizionato nella parte posteriore metterà in salvo i passeggeri. Si entra tramite scale o da semisfera che scende come un ascensore. «Sto cercando investitori per realizzarlo: la tecnologia è presente sul mercato – conclude Lazzarini – è abbordabile e simile a quella di un Phantom 4, drone di ultima generazione». 

Post più popolari

Google+ Followers